Guillaume

Amor mi tiene in un pericolo… Il canzoniere di Guillaume d’Amiens li Paigneur

Arianna Lanci: voce e clavisimbalum. Luigi Pizzaleo: trascrizioni ed elettronica. Davide Brullo, testi e voce. Giuseppe Masi, architettura visiva.

Amor mi tiene in un pericolo… è l’incipit di una canzone del troviero Guillaume d’Amiens “il Pittore”. Il suo canzoniere, custodito dal manoscritto Reginense Latino 1490 della Biblioteca Vaticana, consta di due sole chansons e nove rondeaux. Luigi Pizzaleo ne ha trascritto le melodie e le ha incastonate in una meditazione condotta da Davide Brullo intorno alla natura dell’amore cortese e della poesia trovierica a partire dalle scarne informazioni biografiche e dai tenui spunti offerti dalle chansons al di là del velo dello stile convenzionale e formale dei trovieri. Si sviluppa così un percorso fantastico e meditativo in cui il canto sfuma in elaborazioni elettroniche dal colore onirico. La presenza dell’elettronica non vuole qui “attualizzare” una voce antica e diafana quale quella di Guillaume (di cui non conosciamo, in fondo, che il nome), quanto piuttosto allontanarla in un passato più mitico che storico, attraverso un gioco di aloni, echi e risonanze.

Scheda tecnica

  • 2 microfoni a condensatore (coppia stereo);
  • 2 microfoni headset;
  • 2 microfoni a condensatore per la voce (canto);
  • Mixer (6 ingressi microfonici, 4 ingressi di linea, 4 mandate ausiliarie);
  • 2 o 4 diffusori amplificati di potenza adeguata alla sala con relativi stativi;
  • Sistema PC + scheda audio 4 in 4 out
  • 1 Superficie per collocare la regia del suono (mixer + pc + scheda audio)1
  • 1 Leggio illuminato
  • Illuminazione adeguata allo spazio (da definire).